Tips

In questo spazio ho pensato di inserire alcuni suggerimenti utili su come trattare le ninfee ed i fiori di loto, per dare modo a tutti voi visitatori di avere i risultati migliori con le vostre piante e ricavarne la giusta soddisfazione, mantenendole al contempo in ottima salute!

Le ninfee rustiche si sviluppano orizzontalmente, producendo rizomi di notevole consistenza. Lungo questi rizomi, la maggior parte delle varietà produce piccoli rizomi secondari da cui si possono ottenere altre piante. Utilizzando questi rizomi secondari, si ottengono dei duplicati esatti della pianta originale contrariamente a quanto avviene quando si decide di riprodurre una ninfea dai semi, caso in cui si ottengono risultati ben diversi. Per dividere i rizomi è necessario munirsi di una lama tagliente ma l’operazione non è affatto complicata e richiede solamente un po’ di cura. Seguendo passo passo la guida fotografica proposta nella pagina dedicata alle ninfee rustiche, sarete in grado di gestire queste piante e di farle fiorire copiosamente.

Crescere fiori di loto può essere al contempo semplice e divertente, sia partendo dal seme che dai tuberi. Anche in questo caso, riproducendo dal seme si otterranno delle varietà non esattamente uguali a quelle di partenza. È importante che i tuberi siano sani e vengano maneggiati con cura per non essere danneggiati vista la loro fragilità! Questi fiori possono essere coltivati sia all’interno di laghetti che in contenitori decorativi, ma nel primo caso è necessario fare attenzione che non fuoriescano dal contenitore in cui sono stati inseriti o tenderanno ad invadere tutto lo spazio intorno a loro, a discapito delle altre piante presenti. Ancora una volta, seguendo la guida fotografica dedicata a queste piante, capirete meglio come trattarle.

0.675 / 29 / 30